5.02.19 ore 17.10

PMI in aumento, superati i livelli pre-crisi.

Nel 2017 stimata una crescita di oltre 3 mila PMI (+2,9% rispetto al 2016), ma nel 2018 i primi segnali indicano un possibile cambio di tendenza.

Nel periodo che va tra il 2007 e il 2014, la doppia recessione che colpì l’economia italiana ha avuto conseguenze pesanti sul numero di PMI del paese. La riduzione del numero di società di capitale di piccole e medie dimensioni fu di circa 14 mila unità. 

 

I dati più recenti analizzati da Cerved, invece, evidenziano una netta inversione di marcia nell’economia italiana.

I valori pre-crisi sono stati recuperati: nel 2014 l’emorragia di PMI ha rallentato (-0,7% rispetto al 2013), nel 2015 è iniziata l’inversione di tendenza (+4 mila PMI), che si è rafforzata ulteriormente nel 2016 (+8 mila PMI). Nel 2017, infine, stimata un’ulteriore crescita di oltre 3 mila PMI (+2,9% rispetto al 2016), che porta il numero totale a quota 152 mila, oltre i livelli del 2007.

Questa stima tiene conto dei seguenti fattori:

  • L’evoluzione delle nascite (le imprese di nuova costituzione che in base ai primi bilanci depositati  superano le soglie di PMI);
  • Le morti (le PMI che escono dal mercato o dormienti, che non hanno presentato un bilancio);
  • Delle migrazioni in entrata e in uscita (ovvero società che entrano o escono dal perimetro di PMI cambiando la loro scala dimensionale)

L’aumento di PMI tra il 2016 e il 2017 è attribuibile principalmente a fenomeni demografici. Le nuove nate, infatti, superano di 3.440 unità il numero di morti portando il saldo in positivo. 

Dato rafforzato ulteriormente dal contributo delle migrazioni, che evidenziano un saldo positivo di 822 tra entrate e uscite nel perimetro di PMI.

Per effetto di questi flussi il numero di PMI passa dalle 148 mila unità nel 2016 alle 152 mila del 2017, andamento da considerarsi come un importante segnale di consolidamento della ripresa.

Tutto bene nel 2017, quindi, ma i primi dati del 2018 lasciano presagire un possibile cambio di tendenza.



Torna indietro

Richiedi la tua consulenza

Ogni martedì, dalle 9.00 alle 13.00 e giovedì dalle 14.30 alle 18.30 tramite Skype insieme ad un nostro consulente.