23.07.18 ore 16.24

DURC online: ecco la DPA, la nuova Dichiarazione preventiva di agevolazione

Dal 9 luglio l’INPS ha messo a disposizione delle aziende la DPA, la Dichiarazione preventiva di agevolazione, uno strumento telematico per permettere alle imprese di controllare la propria regolarità contributiva ai fini della fruizione di sgravi o incentivi. 

Fino ad ora, un’azienda che intendeva richiedere un incentivo (normativo o contributivo) poteva avviare un’interrogazione diretta al portale Durc On Line per acquisire una verifica della propria regolarità contributiva, secondo questa procedura. In caso di esito positivo della verifica, il sistema generava un documento che attestava la regolarità del soggetto per 120 giorni dalla data dell’interrogazione. Al contrario, in caso di esito negativo, l’impresa riceveva un invito a regolarizzare la propria posizione. 

Al fine di consentire un sistema di maggiore garanzia per le aziende, che avendo titolo alle agevolazioni devono essere in possesso della regolarità contributiva attestata dal Durc nel momento della loro fruizione, è stato realizzato il sistema Dichiarazione Preventiva di Agevolazione – D.P.A. – attraverso il quale è possibile anticipare l’attivazione della verifica ed acquisire l’esito del Durc a partire dal mese in cui l’agevolazione/beneficio viene fruito.

Ora, con il messaggio n. 2648 del 2 luglio 2018, è stata avviata una procedura di verifica telematica, per assicurare maggiore garanzia per le aziende che desiderano richiedere un incentivo e, avendone titolo, devono accertarsi di essere in possesso della regolarità contributiva attestata dal Durc. In questo modo le imprese possono acquisire l’esito del Durc a partire dal primo mese e per tutta la durata della agevolazione. L’esito della verifica di regolarità sarà infatti registrato sul sistema D.P.A. e fornirà all’utente esterno la conferma circa la legittimità della fruizione.

In questo modo l’INPS punta a creare un sistema più snello per le imprese che generi un circolo virtuoso e costruisca relazioni di partnership tra i diversi attori del sistema: l’istituto, i soggetti intermediari, le aziende, in modo che, così si legge nel documento, “ogni attività correlata ai processi di regolarizzazione trovi una immediata e corretta canalizzazione negli archivi dell’Istituto.”

Istruzioni operative

Dal 9 luglio 2018, sul sito dell’istituto, all’interno di “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sarà a disposizione il modulo telematico “DPA – Dichiarazione per la fruizione dei benefici normativi e contributivi”.

Il modulo servirà a comunicare la volontà di usufruire di un beneficio, avviando la verifica della regolarità contributiva. Il sistema invierà alla procedura Durc On Line la richiesta di verifica della regolarità, avviando il procedimento: laddove sarà presente un Documento Durc On Line regolare in corso di validità D.P.A. ne registrerà l’esito altrimenti verrà avviata la verifica con eventuale emissione dell’invito a regolarizzare.

L’indicazione del numero di mesi non è un dato che vincola il datore di lavoro ai fini della fruizione, ma è funzionale all’avvio delle successive verifiche mensile.

Richiedi un confronto con un nostro esperto per prepararti alle novità



Torna indietro

Richiedi la tua consulenza

Ogni martedì, dalle 9.00 alle 13.00 e giovedì dalle 14.30 alle 18.30 tramite Skype insieme ad un nostro consulente.