7.08.18 ore 12.13

Bonus pubblicità: emanato il decreto attuativo

È stato pubblicato il Decreto attuativo del Bonus Pubblicità, che ufficializza il provvedimento per il 2018, dando indicazione su come presentare la domanda e sui termini di scadenza da rispettare. Per gli investimenti pubblicitari effettuati nel 2018, la comunicazione telematica di accesso al beneficio deve essere inviata tra il 22 settembre e il 22 ottobre 2018.

Cosa è e cosa finanzia il Bonus pubblicità?

Il Bonus pubblicità finanzia gli aiuti all’editoria. È un incentivo rivolto ai soggetti che comprano pubblicità su giornali, radio e TV nel 2018. Trattandosi di prima attuazione, sono agevolati anche gli investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, effettuati dal 24 giugno al 31 dicembre 2017, purché il loro valore superi almeno dell’1% l’ammontare degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nel 2016. 

Possono usufruire del beneficio le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie su stampa, offline e online, su emittenti televisive e e radiofoniche, sia analogiche che digitali.
Gli investimenti devono essere effettuati su giornali editi da testate giornalistiche iscritte al registro e dotate della figura del Direttore Responsabile.

Come si usufruisce dell’incentivo?

Per usufruire dell’incentivo, la comunicazione telematica deve essere presentata a partire dal sessantesimo giorno ed entro il novantesimo giorno successivo al 24 luglio 2018 (data di pubblicazione del decreto, e quindi dal 22 settembre al 22 ottobre 2018), mentre per gli investimenti incrementali effettuati dal 24 giugno al 31 dicembre 2017 la comunicazione va effettuata in modo separato.

La comunicazione deve contenere: 

  • dati identificativi dell’azienda, 
  • costo complessivo degli investimenti pubblicitari effettuati, o da effettuare, nel corso dell’anno;
  • costo complessivo degli investimenti su analoghi media nell’anno precedente
  • l’indicazione dell’incremento degli investimenti su ognuno dei due media, in percentuale ed in valore assoluto;
  • l’ammontare del credito d’imposta richiesto per ognuno dei due media;
  • la dichiarazione sostitutiva di atto notorio concernente il possesso del requisito consistente nell’assenza delle condizioni ostative ed interdittive previste dalle disposizioni antimafia ai fini della fruizione di contributi e finanziamenti pubblici.

Contattaci e uno dei nostri specialisti ti aiuterà a ottenere l’incentivo:



Torna indietro

Richiedi la tua consulenza

Ogni martedì, dalle 9.00 alle 13.00 e giovedì dalle 14.30 alle 18.30 tramite Skype insieme ad un nostro consulente.